Facebook Twitter Youtube
Requisiti

Cerca

Requisiti

I futuri sposi devono preventivamente contattare l’Ufficiale di Stato Civile al fine dell’attivazione delle procedure per l’acquisizione d’ufficio della documentazione necessaria ai sensi di legge.

Per i cittadini stranieri occorre che il cittadino stesso produca il nulla osta al matrimonio rilasciato ai sensi dell’art.116 del Codice Civile dalla competente autorità del Paese di origine, dal quale devono risultare, oltre alle complete generalità del nubendo, anche lo stato libero, la cittadinanza, la residenza, la paternità e maternità e la dichiarazione sulla inesistenza di impedimenti a contrarre matrimonio.
Una volta acquisita la documentazione necessaria, i nubendi si presentano congiuntamente previo appuntamento per effettuare le pubblicazioni e sottoscrivere il relativo verbale.
E’ possibile effettuare la scelta del regime patrimoniale dei coniugi (comunione o separazione dei beni) all’atto della celebrazione del matrimonio, comunicando tale scelta anticipatamente all’ufficio.
I futuri sposi comunicano inoltre la presenza di eventuali figli naturali della coppia, ai fini della loro legittimazione per susseguente matrimonio, ovvero dell’eventuale riconoscimento se non già avvenuto.
Verrà inoltre fissata la data del matrimonio civile, o, qualora gli sposi intendano celebrare il matrimonio civile in altro Comune, dovrà essere presentata apposita e motivata richiesta.
In caso di cittadini stranieri non domiciliati né residenti in Italia, si applica una procedura abbreviata che non necessita della pubblicazione all’albo.