Facebook Twitter Youtube

Primo piano

Consiglio Comunale del 3 Aprile

4 aprile 2017

Un Consiglio Comunale fiume quello di ieri pomeriggio, 3 Aprile che, seppure focalizzato in più punti, dall’Approvazione del programma triennale delle Opere Pubbliche, alla valorizzazione degli immobili suscettibili di alienazione, dalla conferma    delle aliquote Tasi all’applicazione e alla determinazione delle tariffe TARI senza alcuna aumento,   confluiva, necessariamente, nell’approvazione del Bilancio di previsione 2017/2019.

In questo mare magnum di dati e progettualità in corso ed itinere, il Consiglio di ieri è stato soprattutto, grazie all’approvazione del DUP, il Documento Unico di Programmazione, una sintesi esaustiva degli obiettivi dell’Amministrazione, un rendere partecipe la cittadinanza, grazie a questo strumento che ha suggellato l’inizio inequivocabile di una linea di cambiamento, così come annunciato dal programma elettorale della compagine di maggioranza e testimoniata da interventi molteplici e sintetizzabili in pochi punti fondamentali.

 

  • Destagionalizzazione: un processo che vuole ovviamente firmare un significativo cambio di rotta e confermare Ravello meta di turismo di eccellenza in ogni periodo nell’anno e non solo in quelli tradizionalmente turistici. L’obiettivo è dunque consegnare ai turisti, ma anche ai cittadini,  un paese efficiente, quanto a servizi e ad accoglienza,  anche nel periodo invernale. Uno sforzo comune e congiunto che farà leva, oltre sul rapporto osmotico e collaborativo con la Fondazione Ravello che non concentrerà più la programmazione degli eventi  solo in estate, ma anche oltre, anche sulla cooperazione degli operatori turistici del territorio. Ne sono  testimonianza diretta i molteplici incontri indetti dall’Amministrazione comunale e destinati alle varie categorie del territorio, dai commercianti agli  
  • Equità, senza nessun aumento, della  pressione fiscale con la conferma, la Tari ne è un esempio, di aliquote e imposte fra le più basse del comprensorio. Uno sguardo insomma attento alla tutela dei cittadini, specie di quelli meno fortunati.
  • Istituzione di interventi a favore del territorio, destinazione privilegiata di molteplici e significativi interventi con quasi 000 euro per la manutenzione che comprendono il ripristino di muretti e scalinate, ad esempio
  • Istituzione di un contributo annuale a favore dell’agricoltura, ricavato dal 10% dei proventi dell’imposta di soggiorno, pari a circa 000,00 euro. Come ha sottolineato il primo cittadino, Salvatore Di Martino, l’agricoltura e nello specifico quella del nostro territorio, così immaginifica   ed inequivocabile, suggestiva e identificativa con i suoi celebri terrazzamenti, rappresenta un elemento distintivo e fondamentale della nostra identità territoriale.
  • Rifacimento della segnaletica stradale e della cartellonistica per circa 000,00 euro
  • Istituzione di una scuola di formazione politica ed amministrativa che, con una base di partenza di circa 000,00 euro, si propone di dare uno strumento valido ai giovani e, ovviamente, alla future classi dirigenti.
  • Un cospicuo investimento per la redazione del PUC per accelerare la pianificazione del territorio.

Questi, in sintesi, i punti chiave del Documento Unico di programmazione del Gruppo di Maggioranza:  manifesto/ vademecum di  una rinascita,  anticipata in campagna elettorale, e confermata da step che sono espressione di una volontà  di partecipazione e cambiamento assolutamente concreta.