Iter procedura

Il giorno della richiesta di pubblicazione (dichiarazione per gli stranieri non residenti e né domiciliati in Italia) devono essere presenti:
– entrambi i nubendi personalmente o rappresentati da un procuratore;
– lo straniero che non conosce perfettamente la lingua italiana, deve farsi assistere da un traduttore-interprete (maggiorenne) sia alla richiesta di pubblicazione che durante la celebrazione del matrimonio, munito di un documento d’identità (si precisa che l’Ufficio non fornisce l’interprete).
Il giorno della celebrazione del matrimonio, oltre ai nubendi ed all’interprete (se necessario), dovranno essere presenti anche due testimoni maggiorenni.

L’Ufficiale di Stato Civile accerta la veridicità delle dichiarazioni acquisendo d’ufficio la documentazione necessaria.

Ai nubendi verranno date indicazioni riguardo al regime patrimoniale della famiglia.

L’Ufficiale dello Stato Civile, per i cittadini italiani e per gli stranieri residenti o domiciliati in italia o non residenti ma che contraggono matrimonio con cittadini italiani residenti, affigge all’Albo Pretorio on line l’atto di pubblicazione per 8 giorni + 3 per eventuali opposizioni.

Le pubblicazioni on line sono consultabili collegandosi all’Albo Pretorio on line del sito istituzionale del Comune di Ravello nella sezione Pubblicazioni.

Decorso il termine della Pubblicazione, l’Ufficio rilascerà
– per i matrimoni civili:
– certificato di eseguite pubblicazioni;
– per i matrimoni da celebrare in forma religiosa:
– certificato di eseguite pubblicazioni per il Parroco;
– autorizzazione per il Ministro di Culto.

Gli sposi che intendono celebrare il matrimonio con rito civile in un altro Comune devono presentare apposita motivata domanda al Sindaco (in bollo). A pubblicazione avvenuta, verrà rilasciata la richiesta per il Sindaco del Comune prescelto per la celebrazione.

La competenza dell’atto finale spetta all’Ufficiale di Stato Civile.