Facebook Twitter Youtube

Primo piano

Meteo. rischio neve e gelate dal 16 gennaio

15 gennaio 2016

A partire dal pomeriggio di domani 16 gennaio, correnti fredde artiche interesseranno il territorio regionale determinando un repentino calo delle temperature, neve e gelate. Lo comunica la Protezione civile della Regione Campania che ha inviato ai Sindaci, ai Presidenti delle Province e alle autorità competenti una nota dettagliata perché attivino tutte le misure necessarie a prevenire i disagi e, in particolare, i consistenti effetti al suolo che potrebbero determinarsi.
A seguito delle previsioni meteo e delle elaborazioni effettuate dal Centro Funzionale, il quadro mostra precipitazioni a carattere nevoso e forti gelate, che, inizialmente, interesseranno territori a quota superiore ai 1.000 metri per poi estendersi progressivamente anche a quote molto basse, fino ai 200÷300 metri di altezza.
“Lo scenario meteorologico più probabile, a partire dal sabato pomeriggio e che presumibilmente si protrarrà almeno per le 48 ore successive – è scritto nella nota – è tale da poter essere associato alla previsione di consistenti effetti al suolo, con impatti di assoluta rilevanza in termini di protezione civile, considerata l’intensità e la persistenza dei fenomeni attesi e le potenziali criticità per la popolazione in relazione all’insorgenza del rischio di compromissione degli interessi primari”.
Il Centro Funzionale e la Sala Operativa Regionale Unificata, strutture operative della Direzione generale Protezione civile e Lavori pubblici, seguiranno h24 l’evoluzione dei fenomeni, in stretto raccordo e coordinamento con il Centro Funzionale Centrale del Dipartimento della Protezione Civile e la Sala Situazioni Italia.
Quotidianamente saranno elaborati ed inviati i Bollettini meteo e gli eventuali avvisi relativi alle condizioni meteo avverse: la Protezione civile invita i Sindaci a prestare la massima attenzione alle comunicazioni per la tempestiva adozione delle misure più opportune e idonee alla mitigazione del rischio.