Facebook Twitter Youtube

comunicati stampa

Sviluppo. Ravello sede operativa in costiera per il Distretti Rurali e Agroalimentari della provincia di Salerno

28 novembre 2014

Il comitato promotore dei Distretti Rurali e Agroalimentari delle aree interne e protette della Provincia di Salerno passa alla fase operativa.
Eletti dall’assemblea dei 339 sottoscrittori – riunitesi presso il Centro di Orticoltura di Pontecagnano giovedì 27 novembre – il Consiglio direttivo e i Promotori pubblici delle cinque aree che comporranno i Distretti integrati e in rete della Provincia di Salerno
La costiera è tra le cinque aree che comporranno i distretti integrati e in rete del salernitano. Il Comune di Ravello con numerosi comuni della costiera ed aziende ha aderito formalmente al comitato promotore dei Distretti Rurali e Agroalimentari di qualità e di filiera delle aree interne e protette della provincia di Salerno.
Oltre al sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier, sono stati eletti quali componenti del comitato promotore Francesco Gioia, assessore del Comune di Fisciano, Gennaro Capo, sindaco del Comune di Castel San Lorenzo, Claudio d’Ambrosio, assessore del Comune di Stio e Beniamino Curcio, dirigente Comunità Montana Vallo di Diano.
Faranno invece parte del consiglio direttivo, che sarà presieduto da Anna Pina Arcaro, Carmine Pecoraro per l’area dei Picentini, Cosimo Mucciolo per l’area Colline Salernitane, Laura Di Bisceglie per Vallo Di Diano, Eugenio Cioffi per il Cilento, Vincenzo Sannino per la costiera e Rosa Pepe per la struttura di supporto tecnico-operativa.
I distretti, previsti dalla Legge Regionale numero 20 dell’8 agosto 2014, sono finalizzati a promuovere lo sviluppo rurale, a valorizzare le risorse naturali, sociali ed economiche dei territori per facilitare l’integrazione tra i diversi settori economici e tra le stesse filiere e a garantire la sostenibilità ambientale, economica e sociale.
Il comitato promotore avrà il compito di raccogliere le proposte dei territori ai fini dell’accreditamento dei distretti da parte della Regione Campania e sarà supportato da tutti gli enti di ricerca che hanno già sottoscritto intese o l’atto costitutivo. Tra questi il Centro di Ricerca e di Sperimentazione in Agricoltura, il Consorzio Universitario per la Ricerca Socioeconomica e per l’ Ambiente, il Cittam della Federico II di Napoli, l’Osservatorio dell’Appenino Meridionale, il Centro di Cultura e Storia Amalfitana, il Centro Universitario europeo per i beni culturali di Ravello, la Soprintendenza di Salerno.
Ufficio Stampa Comune di Ravello
a cura dell’Ago Press
Contatti Luigi D’Alise
Mail comunediravello@agopress.it
Web www.comune.ravello.sa.it
Fb www.facebook.com/comuneravello
Tw www.twitter.com/comuneravello