Le tecniche agricole
  • I terrazzamenti

Cerca

I terrazzamenti

Le aree a maggior incidenza di terrazzamenti sono quelle in località S. Cosma  e Rotonda, nonché quella che a nord del centro storico va verso il Monte Brusara. Percorrendo la strada che va verso il mare sia attraversando il borgo di Torello che quello di S. Cosma, oppure salendo verso la parte alta, che si congiunge al bosco, attraversando le località Lacco e Monte, è possibile vedere zone che accolgono la coltivazione del limone con limitate aree di uliveto e nella parte più elevata qualche piazza coltivata a vitigno. I terrazzamenti sono per lo più bene tenuti anche se qualche terrazzo presenta segni di abbandono. Particolarmente la zona a nord, quella che attorno e ai piedi del  Monte Brusara,invece, è dedicata al vitigno. Ma se non ci si vuole allontanare molto dalla piazza principale due cose vale la pena di fare; la prima è recarsi lungo Via Boccaccio, poco oltre la vecchia galleria, e da qui vedere nei dintorni del borgo di Torello i limoneti (d’inverno si notano i pergolati coperti), la seconda è imboccare la stradina che costeggia a sinistra Villa Rufolo e, dopo aver oltrepassato il tunnel che passa sotto la Villa e un altro piccolo arco, quando già le cupole della Chiesa dell’Annunziata si offrono all’ammirazione, vedere sul bordo laterale destro della scala i resti di uno di quegli antichi canali di argilla che portavano l’acqua nei terrazzamenti e di cui oggi ne restano pochissime e testimonianze.