Le zeppole

Le zeppole sono tipiche del tempo natalizio anche se cominciano ad apparire in molte case già dopo la Festa dei Santi, quasi come apripista per la cucina natalizia. Ci sono di due tipi: quelle cosiddette “vollute”, cioè bollite, e che sono fatte con farina ed acqua, prima bollite insieme e poi, una volta ottenuta una pasta della consistenza di quella degli gnocchi, lavorata a forma di piccoli fiocchi e fritte in bollente olio. L’altro tipo sono quelle “di patate”, cioè quelle dove al posto della farina si mettono le patate precedentemente lessate e lavorate direttamente a forma di fiocco  e fritte. In entrambi i casi la componente dolce viene inserita dopo, scegliendo tra due possibilità. Una possibilità è bagnare le zeppole con il miele e cospargerle di “diavoletti”, i confettini di zucchero colorati, o con la scorza grattugiata di un limone; oppure si possono cospargere con zucchero in cui viene mescolata un po’ di cannella.