Si ricorda che, a mente dell’ordinanza n. 17/2018, dal 1° aprile al 14 giugno, le operazioni di bruciatura di sterpaglie, falci e residui di potature potranno svolgersi, solo ed esclusivamente, prima dell’alba e dopo il tramonto.

I trasgressori saranno puniti, con salvezza di ogni azione penale, con una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25,00 ad Euro 500,00, a norma dell’art. 7 bis del D.Lgs. n.267/2000, introdotto dalla Legge n.3 del 16/01/2003.