Si ricorda che il 16 giugno 2022 scade il termine per il pagamento della prima rata dell’IMU per tutti gli immobili diversi dall’abitazione principale (seconde case, capannoni, negozi, alberghi, uffici, aree edificabili e terreni agricoli); mentre la seconda rata, o saldo, scadrà il 16 dicembre 2022. Sarà facoltà dei contribuenti versare l’Imu 2022 in un’unica rata il 16 giugno pv.
Le aliquote e detrazioni stabilite sono quelle approvate con deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 3.2.2022.
Si riporta di seguito il link all’informativa IMU 2022 del Comune di Ravello (https://www.comune.ravello.sa.it/2018/acconto-imu/).
Si ricorda che la compilazione del modello F24 va effettuata direttamente dal contribuente (senza alcun invio dell’avviso da parte del Comune).

Per il pagamento del tributo il cittadino può:

· utilizzare il link a disposizione sul sito del Comune di Ravello https://www.riscotel.it/calcoloimu/?comune=H198 per effettuare il calcolo on line dell’imposta. Il sistema di calcolo permette di elaborare e stampare il modello F24. Ai fini della computo del valore della rendita catastale è possibile collegarsi al sito dell’Agenzia del Territorio http://www.agenziaterritorio.gov.it accedendo alla SEZIONE PRIVATI;

· collegarsi al servizio “Sportello Tributi on line” https://bit.ly/3lcCBvl per visionare e controllare da pc, o dai più comuni dispositivi mobili, la propria posizione IMU/TARI/TASI relativa agli ultimi 5 anni presente negli archivi comunali e stampare i precompilati per i versamenti;

Per informazioni recarsi, previo appuntamento con l’ufficio tributi del Comune, da prenotare al seguente link urly.it/3n3_n, negli orari di ricevimento al pubblico:
o lunedì 15.30 – 17.30 –
o giovedì 09.00 – 13.00.

Inoltre al fine di agevolare il cittadino al pagamento del tributo, il Comune di Ravello, ha attivato presso la sede di via San Giovanni del Toro, tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00 a partire dal 1 giugno, uno sportello a cui il contribuente potrà rivolgersi per la SOLA stampa del modello di pagamento F24.

Si specifica, in ogni caso, che poiché il tributo IMU è dovuto in autoliquidazione, l’Amministrazione Comunale non risponde di eventuali errori di interpretazione o di calcolo da parte dei contribuenti nell’utilizzo dello strumento.